Berlino tra storia e cultura: cosa vedere nella capitale Tedesca

Berlino è una città che impone a suoi visitatori molto rispetto, per via della sua storia recente. La capitale della Germania si percepisce immediatamente come una città culturalmente diversa, probabilmente proprio per il suo passato così complicato.

Ecco dunque un elenco dei posti da vedere e qualche consiglio su cosa fare durante il vostro soggiorno Berlinese, un soggiorno che non potrà lasciarvi indifferenti, tra la storia e l’arte, in una città che ha saputo reinventarsi senza dimenticare i suoi errori, ma anzi facendo della memoria il suo punto forte.

La Porta di Brandeburgo

berlino-porta-b

La Porta di Brandeburgo è probabilmente il monumento più rappresentativo di Berlino. Infatti oltre che una delle più antiche porte della città è anche un simbolo di pace voluta dall’imperatore Federico Guglielmo II. Completato nel 1791, sotto i suoi archi sono passati reali, truppe napoleoniche e Hitler quando salì al potere. Con la costruzione del muro nel 1961, la porta divenne ” terra di nessuno” e dopo la riunione delle due Germanie divenne il luogo delle grandi celebrazioni, simbolo di pace ed unione. Indubbiamente passare attraverso questa porta storica è un must irrinunciabile se siete a Berlino.

Il percorso del muro di Berlino

berlino-muroIl muro di Berlino venne abbattuto il 9 novembre 1989, ma ancora oggi alcune parti sono visibili a memoria di ciò che per 28 anni hanno dovuto sopportare famiglie, amici, persone separate da un giorno all’altro.
Se volete vedere un pezzo di muro praticamente intatto potete farlo a Bernauer Straße, qui è conservata anche una torretta di vigilanza. Nel centro visitatori sono conservati documenti e informazioni sulla sua costruzione; dalla storia di chi tentò di scappare fino alle misure di sicurezza che venivano adottate.

berlino-muro-3Nel 2006 fu anche realizzata la Pista del Muro di Berlino, un percorso ciclabile di circa 160 chilometri tutto attorno a quella che era Berlino Ovest; Sul percorso si trovano carte panoramiche e punti di informazione che raccontano la costruzione e la caduta del Muro.

La East Side Gallery

berlino-east_side_gallery

Da non perdere assolutamente a Berlino La East Side Gallery, la più grande galleria d’arte all’aperto del mondo. Quando il muro fu demolito, lungo il fiume Spree vennero lasciati 1300 metri intatti per farli diventare una grande tela a disposizione degli artisti
In questo museo a cielo aperto, artisti provenienti da tutto il mondo hanno lasciato il segno in un momento di cambiamento che ha fatto la storia. Ancora oggi, nonostante sia un pò rovinato, conserva il suo incredibile spirito rivoluzionario.

Checkpoint Charlie

berlino-checkpoint-charliePercorrendo la via Friedrichstraße da nord verso sud vi ritroverete all’incrocio con la Zimmerstraße, a questo punto davanti a voi troverete la guardiola del Checkpoint Charlie.
Dal 1945 fino al 1989, anno della caduta del muro di Berlino, questo fu il passaggio obbligato per andare dalla Germania Ovest a quella Est; Questa era la frontiera tra due mondi vicini ma completamente diversi, l’occidente e il mondo sovietico.
Attualmente resta una riproduzione di dimensioni ridotte rispetto all’edificio originale; Ed interessante è Il Museo Haus am Checkpoint Charlie (Museo Casa al Checkpoint Charlie), un museo nato nel 1961, dove si possono scoprire i modi in cui i cittadini Berlinesi dell’est tentarono di passare il confine verso la libertà.

La cupola del Reichstag

berlino norman foster

La sede del Parlamento tedesco subì le conseguenze della seconda guerra mondiale e per questo negli anni ’90 il suo restauro fu commissionato al famoso architetto britannico Norman Foster. Da allora, la sua cupola di vetro è una delle più grandi attrazioni di Berlino. Per salire e godersi una delle più belle viste della città è necessario prenotare l’ingresso, si può fare online gratuitamente attraverso il sito web del Parlamento tedesco.

Il Memoriale dell’Olocausto

berlino_mBerlino è una città che ha deciso di non dimenticare il suo passato, ma di ricordarlo a se stessa e al mondo, con il preciso scopo di imparare dagli errori. Nasce con questa convinzione nel 2005, questo Memoriale2711 blocchi di cemento di diverse altezze che ricordano le vittime dell’Olocausto. Camminare tra i blocchi non può che suscitare sensazioni molto forti, difficile non farsi prendere dall’emozione.
Nel centro visitatori che si trova in questo luogo, sono raccolte molte informazioni sulla politica di sterminio nazista, così come testimonianze dei sopravvissuti, e l’elenco dei nomi con le date di nascita e morte delle vittime dell’Olocausto.

Gendarmenmarkt

berlino-23

Gendarmenmarkt è una tappa obbligata, è considerata la più bella piazza di Berlino, sulla quale si affacciano due chiese gemelle: Deutscher Dom e Französischer Dom, (Chiesa Tedesca e Chiesa Francese), nonché il Konzerthaus, una famosa sala per concerti. Questa piazza ospita anche la statua di Schiller. L’insieme dei monumenti crea in questo luogo una rara armonia architettonica, che incanta chiunque si trovi a passare di qui.

Nikolaiviertel: La parte antica della città

berlino-antica

Nikolaiviertel è la zona residenziale più antica di Berlino. Purtroppo, il quartiere che fino alla Seconda Guerra Mondiale, era caratterizzato da negozi, cortili e piccole botteghe di artigianato, andò distrutto a causa dei bombardamenti nel 1944 e quella che vediamo oggi è una ricostruzione, seppur piuttosto fedele. Tra i suoi vicoli oggi si trovano numerosi ristoranti e locali, un punto di riferimento per i turisti e un luogo carino per bere o mangiare qualcosa.

La Cattedrale di Berlino

berlino

La cattedrale, è il più grande luogo di culto protestante della città, fu costruita vicino al Palazzo Imperiale della dinastia degli Hohenzollern, fù quindi la chiesa ufficiale della famiglia reale e luogo della loro sepoltura. Questo meraviglioso edificio, evidente richiamo al rinascimento italiano subì gravi danni durante la seconda guerra mondiale, rimase chiuso per molti anni e fu riaperto solo nel 1993, dopo i restauri. Oggi si mostra in tutto il suo splendore e salendo 270 gradini arriverete alla galleria panoramica, a 114 m d’altezza, dalla quale si gode di una splendida vista.

La Chiesa Kaiser Wilhelm

berlino-kaiserUna delle più famose chiese della città è il Kaiser Wilhelm, conosciuta anche come Chiesa della Memoria. Gravemente danneggiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, non fu più ricostruita e le sue rovine restano oggi a testimoniare gli orrori e la follia della guerra. Simbolo della città e dell’assurdità della guerra è stata protagonista di molti film come ad esempio della scena iniziale del famosissimo capolavoro di Wim Wenders. ” Il cielo sopra Berlino”

La Torre della Televisione di Alexanderplatz

berlino-la-torre-della-televisioneQuesta Torre c ostruita nel 1969 per dimostrare il potere comunista sul capitalismo, oggi è diventata una delle icone di Berlino, meta di migliaia di visitatori l’anno grazie alla splendida ed indimenticabile vista che si gode dalla sua piattaforma di osservazione a 203 metri di altezza. L’ingresso ha un costo di 13 € e la Torre di osservazione è aperta tutti i giorni dalle 9 del mattino a mezzanotte ( in inverno chiude alle 10 di sera). Se lo desiderate potete anche cenare nel ristorante panoramico che si trova in cima, è piuttosto caro ma la vista è senza dubbio meritevole.

Panoramapunkt

berlino-panoramaAltro punto di osservazione della città, meno famoso della Torre della televisione, questo luogo ha la particolarità di essere dotato dell’ascensore più veloce d’Europa: in 20 secondi vi porterà a 100 metri d’altezza. Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 20.

Tiergarten

berlino-parco

Tiergarten è il principale parco e polmone verde di Berlino. Situato proprio nel centro della città, nei suoi 210 ettari è possibile passeggiare, fare gite in bicicletta e andare in barca nelle acque del suo bellissimo lago. L’atmosfera che si respira qui è quella di una fiaba, un luogo tranquillo e diverso dal clima metropolitano di Berlino.

berlino-6

La Colonna della Vittoria

berlino-vittoria-alata1

La Siegessäule o più semplicemente per noi, La colonna della Vittoria fu eretta come simbolo della vittoria militare prussiana nel 19° secolo, ed oggi è un luogo di attrazione per i turisti.
berlino-filmQuesta colonna, alta 67 m, si trova nel Tiergarten, al centro di una rotonda dalla quale si dipartono i cinque principali viali di Berlino. Anche questo monumento come la chiesa di Kaiser Wilhelm, appare nel film di di Wim Wenders. ” Il cielo sopra Berlino”

Dead Chicken Alley

berlino-arteIn quest’angolo di Berlino potrete immergervi nelle cultura alternativa della città. Questa zona nasce con la caduta del muro quando un gruppo di giovani artistiche si facevano chiamare “I polli morti” si appropriarono di un vicolo per potersi esprimere. In questo quartiere che si trova in Rosenthaler Strasse potrete ammirare gli splendidi graffiti sui muri e arte urbana in ogni dove.

L’Isola dei Musei

berlino_isola-dei-musei_0L’Isola dei musei è il nome della parte settentrionale di un’isola sul fiume Sprea; Viene chiamata così perchè qui si trovano ben cinque musei importanti a livello internazionale:  l’Altes Museum, il Neues Museum, l’Alte Nationalgalerie, il Bode Museum e il Pergamonmuseum. Ognuno di questi musei vale la pena di essere visitato.

L’ Università Humboldt

Questa storica università è stata il luogo dove studiarono ben 40 premi Nobel tra i quali Albert Einstein e Max Planck. Nel corso del XIX secolo fu uno dei centri di formazione più influenti ed importanti a livello internazionale e ancora oggi è un’icona riconosciuta a livello mondiale. L’ambiente è vivace ed è piacevole farci un giro.

La Filarmonica di Berlino

filarmonica-berlinoL’orchestra di Berlino è considerata una delle migliori al mondo, quindi che siate appassionati di musica oppure no, vi consigliamo di recarvi alla Filarmonica il Martedì alle ore 13, perchè spesso si tengono concerti gratuiti. Inoltre è possibile visitare la struttura costruita nel 1963 su progetto dell’architetto Hans Scharoun.

Lo Stadio Olimpico.

berlino-stadioL’Olympiastadion è il principale stadio della città, costruito nel 1936 è un esempio di gusto fascista in architettura. Una struttura è semplice ma imponente, di forma ovale con arcate in stile classico e in pietra della Franconia.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here