Rodi, Grecia: alla scoperta della perla del Mar Egeo

A pochi chilometri dalla costa turca, Rodi è la più orientale delle maggiori isole del mare Egeo. Dalla forma singolare, che ricorda vagamente quella di un diamante, si tratta dell’isola più estesa del Dodecanneso, con una superficie di 1400 chilometri quadrati.

Nella parte settentrionale dell’isola, la città medievale di Rodi, circondata da una possente cinta muraria, è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’ UNESCO nel 1988. Fuori dalle mura, all’imbocco del porto, potrete ammirare le due colonne in marmo sulle quali, un tempo, si trovava l’imponente statua del Colosso di Rodi, statua del dio Helios, una delle meraviglie del mondo antico.

Cosa vedere a Rodi

A pochi chilometri dal capoluogo si trova il villaggio di Kalithea, dove meritano senz’altro una visita le terme, ristrutturate nel primo dopoguerra. Proseguendo verso sud giungerete a Faliraki, famosa per la sua vivace vita notturna e per la grande spiaggia attrezzata, dove è possibile praticare sport acquatici.

Procedendo in direzione della baia di Ladikò lungo la strada litoranea, fermatevi nell’incantevole baia di Anthony Quinn, piccola e protetta, così chiamata perché set di una delle scene del film The Guns of Navarone, interpretato dal famoso attore hollywoodiano Anthony Quinn.

rodi

Uno degli spettacoli paesaggistici più suggestivi dell’isola lo offre Lindos, affascinante villaggio di case bianche sulla costa orientale. Il centro abitato, l’Acropoli maestosa e la baia con mare cristallino e sabbia dorata sono delle vere e proprie perle di rara bellezza. Degno di nota è anche il villaggio di Archangelos, il più grande dell’isola, famoso per il castello che domina il centro abitato.

rodi

Procedendo ancora verso sud raggiungerete la penisola di Prassonissi, dove il mar Egeo incontra il mar Mediterraneo, ad un centinaio di chilometri dal capoluogo. Si tratta di un lembo di sabbia dorata battuta dal forte vento Meltemi, divenuto il paradiso per gli appassionati di windsurf e kitesurf.

Nel cuore dell’isola, meritano una visita l’incantevole Valle delle Farfalle, un polmone verde con folta vegetazione, habitat ideale per milioni di lepidotteri, ed il bosco delle sette sorgenti, un’area boschiva all’interno della quale scorrono sette sorgenti d’acqua naturali, che si riversano in un piccolo lago, a cui è possibile accedere percorrendo un tunnel di 150 metri.

Nel nord-ovest dell’isola, tra l’aeroporto Diagoras e Rodi Città si trovano Ialysos ed Ixia, con una lunga spiaggia di sabbia e ciottoli.

Booking.com