Sofia, cosa fare e vedere nella capitale della Bulgaria

Sofia non è sicuramente la prima capitale da visitare nell’elenco di un novello viaggiatore, non ha infatti la fama dei capoluoghi più famosi d’Europa. Eppure, grazie anche allo sviluppo capillare delle tratte low cost, il turismo in Bulgaria sta crescendo a vista d’occhio e vede in Sofia una grande meta di interesse storico e culturale. Non ci sono certamente illustri resti come a Roma, ritrovamenti o monumenti di risalto mondiale come a Parigi, ma il fascino di un territorio che ne ha passate tante e sul quale coesistono segnali di culture differenti è indiscutibile e appare in tutta la sua evidenza agli occhi di chi decide di visitarlo: questa è senza dubbio la bellezza di Sofia.

Se deciderete di visitare la capitale della Bulgaria, infatti, vi capiterà di imbattervi nei segni del regime comunista e – accanto -ammirare le inconfondibili tracce della città Romana, tra una moschea e un bagno turco, un mix culturale e architettonico davvero particolare.

Sofia, una storia difficile e importante

Come abbiamo anticipato, Sofia è la capitale della Bulgaria ed è posizionata ad occidente rispetto all’estensione del Paese, ai piedi della Vitosha, complesso montuoso nazionale. Sofia possiede 2000 anni di storia travagliata a causa del susseguirsi di occupazioni impetuose da parte di Greci, Romani, Ottomani e Russi.

In questo articolo, percorreremo tutte le attrazioni imperdibili della città e suggeriremo, a chi desidera visitarla, come godere appieno della cultura locale, per trascorrere del tempo libero divertente e gustare i cibi squisiti della tradizione bulgara, nei ristorantini tipici.

La Cattedrale Ortodossa Aleksandr Nevskij

Foto: Етюд-и-те на София / Sketches of Sofia

Dedicata all’omonimo eroe russo, la Cattedrale rappresenta spesso il punto di inizio della visita turistica alla città. La sua mole, con la cupola e il campanile dorati, emerge nel panorama del capoluogo, andando a caratterizzare fortemente il suo skyline. La chiesa venne costruita alla fine dell’Ottocento, in memoria degli oltre 200.000 soldati deceduti nella guerra contro i turchi. La Cattedrale, in stile slavo-bizantino, funge dunque da mausoleo ed è cosi imponente che le sue dimensioni sono seconde unicamente alla Chiesa Ortodossa di San Sava a Belgrado. Al suo interno, è possibile ammirare la collezione di icone sacre, risalenti in parte al V secolo.

La Chiesa di San Nicola

La Chiesa russa di Sveti Nikolai, proprio come la Cattedrale, appare in tutto il suo splendore agli occhi dei visitatori, forse proprio perché l’architettura dei due edifici è stata curata dallo stesso professionista. La chiesa, dedicata allo zar di Russia Nicola II, venne inaugurata nel 1914 sopra ciò che rimaneva di una precedente moschea, distrutta dopo la guerra di liberazione turca. L’edificio era il simbolo degli accordi intrapresi con la Russia. Nonostante non sia molto estesa, essa è finemente decorata e ricca di icone sacre risalenti al Seicento.

Musei e esposizioni d’arte a Sofia

Gli amanti dell’arte in tutte le sue forme troveranno a Sofia pane per i loro denti. A partire dal Museo d’Arte Cristiana, ospitato nella cripta della Cattedrale sopra descritta, la Galleria Nazionale della città offre numerose esposizioni. Molti edifici sono da considerarsi tappe obbligatorie per gli appassionati, parliamo del palazzo Kvadrat 500, nei pressi della Cattedrale stessa, ma anche dell’ex Palazzo Reale e del Museo del Socialismo, dove sono visibili importanti testimonianze del periodo sovietico. Come ogni capoluogo che si rispetti, inoltre, Sofia ha il proprio Museo d’Arte Contemporanea. Messi insieme, questi luoghi offrono ai propri visitatori opere d’arte veramente importanti e significative, capaci di coprire un arco temporale che parte dal Medioevo e arriva ai giorni nostri.

La Basilica di Sveta Sofia

Basilica di Sveta Sofia
Basilica di Sveta Sofia

Questa chiesa è davvero imperdibile se state pianificando un viaggio a Sofia. Si trova nei pressi della Cattedrale, incorniciata nel verde, ed è la seconda Chiesa ortodossa della città per antichità. La storia di questa importante basilica è stata travagliata e il fatto che l’architettura attuale corrisponda alla quinta ricostruzione la dice lunga sulle vicissitudini che si sono abbattute su di essa. Dopo guerre, dominazioni e distruzione, nel XIX secolo due terremoti distrussero gran parte dell’edificio, che venne definitivamente abbandonato. Alla fine dell’Ottocento, quando la città venne liberata, Santa Sofia non aveva nemmeno un campanile. La ricostruzione iniziò nel 1900 e procedette lentamente fino a rendere la Basilica essenziale ed elegante come potrete vederla oggi. All’esterno della chiesa, tutt’ora è possibile ammirare la tomba del Milite Ignoto e quella di Ivan Vazov, scrittore e figura di spicco della letteratura nazionale di fine Ottocento. Se avete tempo di visitare i dintorni, potrete ammirare ciò che resta di una necropoli romana.

Borisova Gradina

Borisova Gradina
Borisova Gradina

A circa un chilometro di camminata dalla cattedrale, è possibile visitare il grande parco di Sofia, ricco di viali, spazi verdi e maestose statue: un vero polmone verde con una storia lunga alle spalle. Una tappa in questo luogo è doverosa se siete impegnati nel tour della città, la passeggiata sarà un momento di relax e immersione nella cultura locale. L’area più interessante del parco è certamente quella a nord-est dove è possibile ammirare i mezzibusti dei rivoluzionari che hanno fatto la storia della nazione e il Bratska Mogila, splendido monumento celebrativo dedicato a coloro che hanno perso la vita per liberare il paese dai dominatori fascisti.
All’interno del parco, è possibile raggiungere un laghetto noleggiando un pedalò, oppure godere dello splendido panorama semplicemente riposandosi nei bar disseminati qua e là, nel verde. Infine, questo splendido scorcio di natura racchiude lo stadio cittadino, che ospita le partite della squadra nazionale bulgara di calcio.

La Chiesa di Boyana

Chiesa di Boyana
Chiesa di Boyana

È la principale attrazione di Sofia, il punto fermo di ogni turista in visita presso la capitale bulgara. L’aspetto singolare è che, da fuori, questo interesse potrebbe sembrare proprio incomprensibile essendo essa una costruzione modesta, posizionata in una zona periferica. Tuttavia, basta entrare per rimanere incantati: le decorazioni parietali interne raffigurano un ciclo pittorico di altissima qualità, con ben 89 scene e 240 raffigurazioni umane. Tale opera risale alla metà del 1200. Questa maestosa particolarità è valsa alla Chiesa di Boyana la tutela da parte dell’UNESCO, per questo non può che essere una tappa del vostro viaggio, se state programmando una visita a Sofia.

Il Museo Nazionale di Storia

Questo museo è posizionato vicino al Parco Nazionale del Vitosha, pertanto è perfetto per una visita in concomitanza con quella alla Chiesa di Boyana: le due attrazioni distano infatti circa due chilometri. L’edificio, allestito all’interno dell’ex palazzo presidenziale comunista, raccoglie reperti di inestimabile valore ed è una tappa obbligatoria per coloro che desiderano cogliere a fondo le vicende e la storia che hanno segnato il popolo bulgaro e il loro territorio.

Il Parco Naturale di Vitosha

Parco Naturale di Vitosha
Parco Naturale di Vitosha

Vitosha è in assoluto il parco naturale più antico di tutta la Bulgaria. Inaugurato nel 1934, rappresenta una tappa di interesse geologico e naturalistico, tanto da registrare ogni anno un’affluenza di turismo culturale e sportivo davvero considerevole. L’immensa distesa naturale arriva a contare sulla sua superficie circa 10 cime davvero alte, con vette oltre ai 2.000 metri sopra il livello del mare, questo fa si che l’escursione termica tra il centro di Sofia e questo incantevole posto sia di circa 10 gradi. Vitosha è raggiungibile dalla città sia attraverso la funivia, che con l’autobus.

Il Monastero di Rila

Il Monastero di Rila
Rila Monastery in Bulgaria

Accanto alla Chiesa di Bojana, questo monastero è una tappa doverosa da prevedere durante il tour di Sofia. Considerando che la distanza di questo edificio dal centro cittadino è di circa 120 km, è bene organizzarsi per tempo, prevedendo una gita in giornata o il pernottamento nei pressi del luogo di culto. La sua fondazione risale al X secolo ed è il più antico e importante monastero di tutta la Bulgaria. Se siete intenzionati a visitare il Monastero di Rila, dovrete dotarvi di abiti consoni: non è infatti possibile entrare con braccia e gambe scoperte.

Monastero di Rila
Monastero di Rila

Consigli preziosi per il vostro soggiorno a Sofia

Spostarsi per la città è semplice, grazie all’efficiente linea metropolitana e alla rinnovata rete stradale che consente un’agevole guida, qualora preferiate noleggiare l’auto. Questa opzione è decisamente consigliata in vista delle escursioni fuori Sofia, come la visita al Monastero di Rila: in questo caso, avere a disposizione un’auto sarà di grande aiuto e garantirà più flessibilità rispetto a quella offerta dai mezzi pubblici o dai tour organizzati. E’ bene sapere che in città sono disponibili ben tre compagnie di Car Sharing con vetture elettriche e 2 compagnie internazionali per il noleggio di monopattini elettrici.

Il divertimento e il cibo locale dovranno essere parte del vostro viaggio: a Sofia si mangia davvero bene e nel centro cittadino non farete fatica a trovare locali e ristoranti davvero cool, dove immergervi nel divertimento popolare, bere e gustare le prelibatezze del posto. Le zuppe tipiche, i piatti di carne e l’epica Shopska Salad – un’insalata di pomodori, cetrioli coperta di delizioso formaggio locale – vi faranno innamorare. Fortunatamente anche a Sofia il cibo di strada è completamente sdoganato, quindi mentre passeggerete tra le sue bellezze, potrete provare dolci tipici, frutta secca tostata o il delizioso yogurt bulgaro arricchito di noci e miele.

In definitiva, siamo certi che Sofia vi conquisterà: con le sue bellezze storiche e un patrimonio culturale così diversificato e faticosamente giunto a noi, possiede senza dubbio tutte le carte in regola per rimanere impressa nella mente di coloro che decideranno di visitarla!

Booking.com