Visitare il Galles, luoghi, scenari, attrazioni, tutto quello che bisogna sapere

Galles

Visitare il Galles

Tradizionalmente, il Galles è una terra di verdi colline e valli accoglienti, di Welsh Cakes, castelli in rovina, poeti e canzoni. Tra spiagge sabbiose e insenature spettacolari e le città con un vecchio stile, fascino retrò che sono promosse come un antidoto di benvenuto al ritmo frenetico del 21  secolo, alla vita delle grandi città.

Il Galles è la zona meno popolosa dell’Inghilterra, anche se la sua accessibilità dalla parte meridionale, centrale e settentrionale del paese ne fanno un ritrovo per la villeggiatura, con Snowdonia nel nord, una particolare attrazione per i visitatori in cerca di attività all’aria aperta.

Il paese è poco più di 216 km di lunghezza e ad una parte meno di 56km di larghezza. Il confine va dalla foce del Dee a Liverpool Bay a nord fino alla foce del Wye sull’estuario Severn nel sud. Ne consegue, grosso modo, che è racchiuso nelle linee della diga costruita per contenere i Celti di Offa, il potente re anglosassone di Mercia che regnò tra il 757 ed il  796 avanti Cristo.

Circa 300 anni dopo Offa, i Normanni cacciarono i gallesi ulteriormente verso le colline, che stabilirono le Marche e le potenti Signorie Marcher lungo il confine. Il Galles fu infine conquistato sotto il re inglese Edoardo I, quando Llewellyn, il Principe di Galles, è stato ucciso nella battaglia di Builth sul fiume Wye. Lo statuto del Galles nel 1284 ha collocato il paese di diritto nel territorio inglese e Edward ha presentato suo figlio appena nato al Welsh come Principe di Galles, un titolo detenuto dall’erede al trono da allora.

La conquista del Galles

Dopo la conquista del Galles di Edoardo I, c’era un’ironia distinta nel fatto che, nel 1485 nella battaglia di Bosworth, un re inglese (Richard III) è stato picchiato da un gallese, Henry Tudor, che ha guadagnato il trono e divenne Enrico VII. Tuttavia, il suo figlio, Enrico VIII, ha messo fine all’indipendenza Welsh istituendo gli Atti dell’Unione del 1536 e 1542. Anche se questi ha dato l’uguaglianza giuridica Welsh, hanno introdotto la legge inglese per il Galles e reso inglese la lingua dei tribunali.

Devolution nel Regno Unito nel 1997 ha creato l’Assemblea del Galles ed è tornato un po ‘di autonomia per il paese, ma i gallesi sono diffidenti nei confronti di una piena indipendenza. Tuttavia, i gallesi lavorano sodo per proteggere la loro cultura dal loro forte vicino, qualcosa di evidente nella diffusione della lingua gallese.

Gli scenari

Tra le montagne e la costa meridionale del Galles industriale eseguire le valli – Merthyr, Ebbw Vale, Rhondda, Neath – che una volta erano sinonimo di miniere, e hanno reso Cardiff più grande porto del carbone del mondo. Oggi, solo un paio di miniere profonde restano, ma Cardiff, capitale del Galles, è un fiorente centro per le imprese, il governo e il turismo. Tuttavia, l’orgoglio al sud-ovest del Galles è la sua costa, soprattutto intorno Pembrokeshire, dove i sentieri a lunga distanza guidano i visitatori oltre spettacolari scogliere frastagliate.

Nel Galles del Nord, i dirupi e i canaloni di Snowdonia hanno da tempo attirato escursionisti e alpinisti. Altrettanto meritevoli, anche se meno ben pubblicizzati, sono le gloriose coste della regione, che si estende a nord dalla foce Dovey intorno Anglesey al fiume Conwy.

Il confine con il Galles con l’Inghilterra è rimasto sostanzialmente invariato dal Enrico VIII che ha efficacemente annessa Galles nel 1540. Le fortificazioni in rovina da antichi conflitti rimangono fino ad oggi tra alcuni dei paesaggi più lussureggianti e pittoreschi in Gran Bretagna.

Le attrazioni locali

Il Galles del nord non può vantare il tempo più soleggiato in Gran Bretagna, ma potrebbe anche vantare l’aria più pulita, la campagna più incontaminata, il più forte senso della storia – oh, e alcune delle sue più belle spiagge. E ‘senza dubbio un paradiso verde per gli amanti della vita all’aria aperta, in particolare il nord-ovest conosciuto come Snowdonia. La gloriosa costa della regione si estende a nord dalla foce Dovey attorno alla penisola di Lleyn, dove Caernarfon Castle può essere trovato, e l’isola di Anglesey al fiume Conwy. In nessun altro luogo in Gran Bretagna vi sono alte montagne e località balneari interessanti che si trovano in tale vicinanza.

La più grande e più piacevole delle località balneari è Llandudno. E ‘all’altezza della sua reputazione come una delle migliori località balneari vittoriane della Gran Bretagna – grandi alberghi preceduti da un’ampia passeggiata a North Shore per lo splendido molo, senza una galleria di intrattenimento o fast-food in vista.

Viaggiando ad ovest da Cardiff, si raggiunge l’orgoglio del sud-ovest del Galles: la sua gloriosa costa.

La penisola di Gower

La penisola di Gower
La penisola di Gower

Anche se sfregiata dall’industrializzazione e dalle bombe della seconda guerra mondiale, Swansea è comunque una città piacevole. Ha un mercato coperto, che offre di tutto, dai pezzi d’antiquariato a cibi, e ad ovest, un muro di mare costeggia la baia al molo vittoriano a The Mumbles un centro velico popolare con un resort.

Questo è l’inizio della penisola di Gower, una piccola striscia di terra che si protende in Carmarthen Bay. Ha tre nazionali riserve naturali e 21 siti di particolare interesse scientifico. All’estremità occidentale vi è la spiaggia Rhossilli. La spettacolare promontorio di Worms Head ad una estremità ha una grande colonia di uccelli marini. Nel frattempo, sulla costa settentrionale, le donne di Penclawdd vi danno appuntamento attraverso le distese fangose per raccogliere le vongole e le alghe. Sulla terraferma dietro la penisola, il fiume Tywi costringe la strada interna alla città mercato di Carmarthen.

La costa del Pembrokeshire

"<yoastmark

Spettacolare la costa di Pembrokeshire, nell’estremo sud-ovest del Galles, è ora parte di un parco nazionale che si estende fino a Cardigan Bay. Il suo ricorso principale è Tenby, con le rovine del castello, case georgiane, mura medievali e spiagge. La costa intorno alla testa di St Govan, ad ovest di Tenby, offre uno scenario mozzafiato. Dietro le scogliere si trovano i laghi artificiali di Bosherston, coperti di ninfee nel mese di giugno. A poche miglia a nord del porto naturale di Milford Haven (un importante terminale petrolifero) vi è la città georgiana di Pembroke con il suo imponente castello medievale. A nord di Milford Haven vi è di sabbia St Bride Bay con più piccola città della Gran Bretagna, St David sul lato opposto.

Booking.com