Napoli, magica da Natale a Ferragosto

Napoli
Panorama di Napoli

Una città magica che incanta italiani e stranieri da secoli e che è ancora tutta da scoprire. Questa è Napoli, capoluogo campano pieno di elementi contraddittori e, per questo, sempre più affascinante per tutti coloro che la vogliano visitare. Gli elementi culturali, folkloristici e tradizionali di Napoli la rendono una perla difficile da classificare in una specifica categoria dal punto di vista turistico, offrendo davvero di tutto agli avventori.

Bella in estate e in inverno

 In molti pensando a Napoli intravedono immagini di vacanze al mare, di pesce cucinato dai tanti ristoranti e di canzoni romantiche. Ed è sicuramente vero, in quanto, durante il periodo estivo, la città è molto frequentata, complice anche il suo clima, certamente molto più vivibile rispetto a quello delle metropoli del Nord.

Ma anche in inverno la città offre molti spunti per l’organizzazione di una visita, uno fra tutti quello legato alla tradizione del Presepe, nata grazie allo scultore Giuseppe Sanmartino, e attualmente presente soprattutto nelle botteghe artigiane di via San Gregorio Armeno, che ospitano i tanti personaggi originali creati dagli artisti partenopei.

Il quartiere Spaccanapoli

Una visita a Napoli non può non prendere in considerazione il famoso Quartiere Spaccanapoli, chiamato così perché una strada posta in linea retta qui divide il centro della città in due parti. In quest’area si possono trovare moltissimi importanti edifici, che comprendono anche chiese e monumenti di ogni genere, e che possono impegnare una giornata piena di visita da soli.

Esempi sono costituiti dalla Chiesa di Santa Maria del Presidio, dal Complesso di Santa Maria dello Splendore, dal Palazzo delle Congregazioni, oggi sede di un Liceo Classico, dal Monastero di Santa Chiara e da molti altri, compreso il famoso Duomo di Napoli, cioè la Chiesa Cattedrale di Santa Maria Assunta.

Il Duomo di Napoli e San Gennaro

San Gennaro è il patrono di Napoli ed è davvero molto caro a tutta la sua popolazione. Le sue ossa, oltre al famoso sangue, sono conservate all’interno della Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo cittadino, in un’apposita Reale Cappella che non ci si può dimenticare durante la propria visita.

Tutto il Duomo è comunque molto bello e degno davvero di nota, a partire dalla sua facciata, imponente ma allo stesso tempo curiosa ed elegante. All’interno della chiesa si possono trovare opere d’arte a tema religioso di pittori come Giovanni Balducci, Girolamo Imparato e Luca Giordano, solo per citarne alcuni, senza dimenticare il dipinto del Perugino.

Accanto al Duomo si può visitare anche il Museo del Tesoro di San Gennaro, composto dalle donazioni che, in più di settecento anni, sono state realizzate sia da membri del clero, sia da persone illustri e comuni, tutte dedite al Santo di Napoli.

Il Maschio Angioino

Il Castel Nuovo di Napoli è conosciuto anche con il certo più famoso nome di Maschio Angioino. Questo castello, che prende la propria nomenclatura dalla famiglia degli Angiò, è uno dei simboli della città e merita certamente una visita. Il castello vanta la presenza di cinque torri, quella di San Giorgio, la Torre di Mezzo, quella di Guardia, la torre dell’Oro e quella di Beverello.

Sono proprio le torri Di Mezzo e Di Guardia a fare da cornice al bellissimo Arco Trionfale, che aveva come obiettivo quello di ricordare l’arrivo del re Alfonso nella sua capitale. Proprio l’effige del re è presente a livello del punto più alto dell’opera e, più in generale, su di esso sono raffigurate scene che ricordano le imprese del re in differenti momenti, oltre alle statue che richiamano le così dette Quattro Virtù (Magnanimità, Fortezza, Giustizia e Temperanza). Imperdibile all’interno della fortezza è anche la famosa Sala Dei Baroni che un tempo avrebbe ospitato anche molti affreschi di Giotto, oggi purtroppo non più presenti.

Tanti musei, tutti imperdibili

Essendo Napoli una città che ha consentito lo sviluppo della cultura, tra le sue strade si possono ritrovare tanti musei che, a seconda delle proprie preferenze, vanno certamente visitati. Gli storici puri potranno deliziarsi con il Museo Archeologico Nazionale, apprezzato in tutto il mondo per le sue esposizioni, coloro che amino l’arte Rinascimentale potranno godersela nel Museo Nazionale di Capodimonte, mentre la storia cittadina viene narrata dalle opere esposte nel Museo Nazionale di San Martino.

Il Teatro di San Carlo

E se Napoli è molto conosciuta per il suo stile cinematografico, non bisogna dimenticare come esso provenga dal talento degli attori teatrali che hanno fatto la storia italiana. La cornice del famoso e bellissimo Teatro di San Carlo ha ospitato nei secoli tantissime prime, e ancora oggi vi si possono apprezzare opere dei più famosi compositori del mondo, circondati dal fasto di questa struttura senza pari.

Booking.com