Ragusa, la città più affascinante della Sicilia

La Sicilia è una delle più belle regioni italiane e comprende tra le tante affascinanti città anche Ragusa, uno dei posti più incantevoli dell’isola. Città con 73.000 abitanti, Ragusa è un capoluogo di provincia e un richiamo turistico grazie a numerosi luoghi da visitare sia storici, sia culturali. Raggiungendo questa località si potrà infatti visitare il suo luogo simbolo, il Castello Donnafugata, mentre recandosi verso il centro storico sono tantissimi gli edifici storici degni di nota. Tra questi spiccano Palazzo Vescovile Schininà, Palazzo Battaglia, Palazzo Bertini e Palazzo Zacco, ma c’è spazio anche per respirare un po’ di natura passeggiando all’interno del Giardino Ibleo. Come rinunciare poi alla possibilità di deliziarsi gli occhi ammirando delle vere e proprie opere d’arte, situate all’interno di luoghi religiosi molto frequentati e dall’architettura riportante elementi decorativi unici, come la Cattedrale di San Giovanni Battista, il Duomo di San Giorgio e la Chiesa del Purgatorio? Di seguito andremo a delineare meglio le caratteristiche e la storia riguardante i luoghi di punta di Ragusa, quelli che coloro che raggiungono questa città non possono fare a meno di frequentare ed ammirare.

Castello Donnafugata

Nel comune di Ragusa è presente il Castello Donnafugata, recante il nome della località nella quale sorge: esso è un’estesa villa nobiliare costruita a metà ‘800, ha un’area di 3.000 metri quadrati e all’interno ci sono più di 122 stanze, di cui solo una ventina sono visitabili ai curiosi. Situata a pochi minuti dal centro storico della cittadina siciliana, la struttura è realizzata in stile architettonico ed è visitabile solo in parte. Se andiamo indietro nella storia del Castello Donnafugata possiamo trovare una curiosità interessante: è stata proprietaria del castello la ricca famiglia Arezzo De Spuches, dalla quale si distinse in epoca passata  il Barone Corrado Arezzo. Davanti al Castello Donnafugata si trova una fontana con una vasca a conchiglia.

Palazzo Vescovile Schininà

Costruito nel ‘700, il Palazzo Vescovile Schininà è situato nel centro storico di Ragusa, edificio voluto da Don Mario Schininà Cosentino dei marchesi di Sant’Elia, del quale riprende il nome. Qualche anno dopo il palazzo fu suddiviso in due parti: a sud restò proprietaria la famiglia Schininà, mentre la parte situata a nord fu ceduta alla marchesa Carlotta Schininà. Oggi il Palazzo Vescovile Schininà ospita gli uffici della Curia e il Vescovato. La facciata del palazzo è caratterizzo dalla presenza di numerosi balconi, ognuno dei quali è decorato e sorretto da mensole in pietra.

Palazzo Battaglia

Costruito a metà ‘700 dal Barone Grandonio Battaglia di Torrevecchia, a Ragusa, vicino alla Chiesa della Santissima Annunziata, sorge Palazzo Battaglia.  Molto caratteristiche risultano sia le finestre che le porte dell’edificio, visti gli arricchimenti di intagli, mentre la facciata presenta un portone centrale e un arco decorato anch’esso. Di ottima realizzazione è anche il balcone a tribuna di Palazzo Battaglia, il quale presenta un portone d’ingresso in cui al centro è situata una finestra ovale.

Palazzo Bertini

Situato all’inizio di Corso Italia, in quel di Ragusa, Palazzo Bertini è stato costruito ad inizio ‘800. Questo edificio presenta tre diverse sculture raffiguranti rispettivamente un individuo povero e deforme, il secondo un borghese e il terzo un nobile signore.

Palazzo Zacco

Palazzo Zacco è uno degli edifici più belli e caratteristici di tutta Ragusa, in via San Vito. Costruito nel ‘700, il palazzo è uno dei primi esempi di architettura in stile barocco: esso presenta due prospetti simmetrici con tre balconi. Palazzo Zacco dal 2012 ospita la Civica Raccolta, una collezione di opere realizzate da Carmelo Cappello, famoso artista di Ragusa.

Giardino Ibleo

Il Giardino Ibleo, dopo essere stato un antico parco di Siracusa è oggi uno dei Giardini Pubblici più belli di Ragusa. Realizzato nella metà dell’ottocento, esso è diviso in due parti: la prima è in stile italiano, mentre la seconda ricorda quello inglese. Il Giardino Ibleo possiede la Villa Giardino, che sorge su uno sperone di roccia il quale si affaccia sull’intera vallata.

Cattedrale di San Giovanni Battista

La  Cattedrale di San Giovanni Battista di Ragusa sorge sull’omonima piazza cittadina. Costruito all’inizio del 1700, l’edificio religioso fu completato solo alla fine del secolo e fu consacrato nel 1778. Particolare è la facciata della Cattedrale di San Giovanni Battista: cinque sono le sezioni che formano la parte principale dell’edificio, insieme a due colonne alla base e tre portali. L’interno è a croce latina e composto da tre navate.

Duomo di San Giorgio

Un altro edificio da visitare in quel di Ragusa è senza dubbio il Duomo di San Giorgio. L’edificio religioso sorge sulla piazza omonima ed è stato costruito nel ‘700, subito dopo il terribile terremoto di fine ’600 che distrusse interamente il più antico borgo della città sicula. La struttura all’esterno è caratterizzata dallo stile barocco, mentre all’interno presenta tre navate divise da altrettanti pilastri in pietra.

Chiesa del Purgatorio

A dominare in Piazza della Repubblica a Ragusa è la Chiesa del Purgatorio (o Chiesa delle Santissime Anime del Purgatorio) costruita nel 1658 e sopravvissuta incredibilmente al terremoto di fine secolo. Diventata sacra nel 1694, l’edificio religioso è caratterizzato da una ripida scalinata e la sua facciata è divisa in tre colonne. Al suo interno inizialmente si potevano notare due navate che con il tempo sono diventate tre.

Grazie a tutte le attrazioni turistiche e ai luoghi di interesse presenti, Ragusa si presenta come una delle migliori località siciliane nelle quali poter trascorrere le proprie vacanze.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here