Sulmona e i Monti della Laga

Città nota per produrre dei buonissimi confetti, Sulmona sorge nella Valle Peligna, in Abruzzo, adiacente ai torrenti Vella e Gizio. Sempre parlando della zona dal punto di vista prettamente geografico, la città di Sulmona sorge nei pressi dei Monti della Laga, catena montuosa appartenente agli Appennini della quale fanno parte rilievi conosciuti dalla maggior parte degli Italiani, e non solo, come il Gran sasso, Maiella e i Monti Sibillini. Questo territorio si rende particolarmente attrattivo per tutti coloro che amano la natura, in quanto all’interno del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è possibile ammirare diverse specie animali, tra cui le marmotte o gli stambecchi ad un’altitudine maggiore, oltre ad una grandissima varietà vegetale a seconda delle zone nelle quali ci si trova.

Dalla natura poi, vi è la possibilità di immergersi nella storia e  nella cultura grazie ai numerosissimi punti di interesse offerti dalla città di Sulmona: tra questi molti si riscontrano negli edifici religiosi come la Cattedrale di San Panfilo, la Chiesa di Santa Maria della Tomba e la Chiesa di San Francesco della Scarpa. Sono diversi poi i monumenti grazie ai quali è possibile in qualche modo ripercorrere la storia di Sulmona e scoprirne la sua identità culturale, tra cui il Complesso dell’Annunziata e la Badia Morronese. Luogo da non perdere per chi raggiunge Sulmona è poi l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone, particolare sia per la sua posizione, sia per le sue caratteristiche. A Sulmona sono poi tantissimi i musei che è possibile visitare, da quello dell’arte e della tecnologia confettiera, eccellenza del luogo, a quello civico o della storia naturale. Come si può vedere i punti d’interesse della città sono moltissimi, ma andiamo a scoprirli nel dettaglio.

La cattedrale di San Panfilo

La Cattedrale di San Panfilo può essere considerato uno degli edifici religiosi più importanti della città di Sulmona, la cui costruzione è risalente al 1075. A seguito del terremoto che colpì la città nel 1706 e dal quale la Cattedrale ne risultò molto danneggiata, si procedette alla sua ricostruzione con lo stile architettonico barocco. La facciata della Cattedrale di San Panfilo possiede degli elementi decorativo in stile gotico, mentre sulle pareti interne campeggiano moltissimi affreschi risalenti al ‘400 come ad esempio la Crocifissione e il Redentore tra due santi o le Storie della vita di san Panfilo e San Pietro Celestino.

La Chiesa di Santa Maria della Tomba

Costruita nel 1076 sulle ceneri del tempio tramite il quale veniva venerato Giove, intorno al 1970 si praticò un’ingente opera di ristrutturazione e di restauro che hanno riportato alla luce affreschi ed elementi decorativi barocchi, facendone risaltare anche i colori originali. La facciata della Chiesa di Santa Maria della Tomba assume caratteristiche proprie dello stile romanico-gotico , mentre il suo campanile presenta un orologio incastonato.

La Chiesa di San Francesco della Scarpa

Altro luogo di culto molto frequentato a Sulmona e che vale la pena di visitare è senz’altro la Chiesa di San Francesco della Scarpa, con elementi decorativi gotiche esterne, mentre all’interno predilige quello barocco. In precedenza, annesso alla chiesa vi era un convento.

Complesso dell’Annunziata

Il monumento più importante di Sulmona è senza ombra di dubbio il Complesso dell’Annunziata, comprensivo di una chiesa e di un palazzo storico. L’edificio religioso trae le sue origini nel 1320 e appare in tutto il suo splendore agli occhi di chi lo raggiunge grazie alla sua facciata imponente in stile barocco, mentre l’interno ricco di volte ospita numerose tele di artisti famosi. Il palazzo invece fino al 1960 rappresentò la sede dell’ospedale civile in parte. L’altra ala era invece utilizzata come sede della magistratura, oltre ad ospitare uffici comunali e il Museo Civico. Oggi la destinazione d’uso è quella di Auditorium.

La Badia Morronese

La Badia Morronese comprende una chiesa risalente al ‘700 circondata da torri quadrate, mentre l’edificio religioso ospitò il convento. Il portale permette l’ingresso all’interno del cortile dei Platani in cui è presente anche il campanile. L’interno invece, a croce greca, è ricco di affreschi di artisti anche locali.

L’eremo di Sant’Onofrio al Morrone

Raggiungere Sulmona senza visitare l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone è impensabile a causa della sua bellezza: essendo posto alle basi del monte, il paesaggio che lo circonda è veramente spettacolare. La chiesa in cui è presente un lungo porticato, è affiancato dall’oratorio in cui possono essere ammirati gli affreschi.

I musei

Numerosissimi sono i musei presenti a Sulmona: tra i principali si possono annoverare il museo civico, il museo dell’arte e della tecnologia confettiera, quello di storia naturale e il museo diocesiano.

Ovviamente queste sono solo alcune delle meraviglie che il territorio adiacente a Sulmona e i Monti della Laga sono in grado di offrire a coloro che selezionano questa meta per trascorrere le proprie vacanze, una vera e propria perla dell’Abruzzo.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here