Montefalco, la maestria perugina dei vini

Montefalco è una località dell’Umbria che sorge su di una collina. Immersa tra filari di vigne e distese con ulivi, questo paese di circa 6.000 abitanti è conosciuta in tutto il mondo grazie alla produzione in queste zone di due vini pregiati: stiamo parlando del Sagrantino di Montefalco e del Montefalco Rosso, ma non è solo per questo che questa cittadina è famosa. Grazie alla sua posizione, Montefalco si rende perfetta per ammirare paesaggi mozzafiato che vanno da Perugia e Spoleto, tra le colline e le catene montuose che in base alle stagioni assumono colorazioni diverse, creando un suggestivo quadro capace di incantare chiunque, specialmente gli amanti del mondo naturale.

Chi raggiunge Montefalco ha inoltre la possibilità di ammirare luoghi e siti storici, tra cui la cinta muraria della città, alla quale si accede attraverso la Porta Sant’Agostino, e le torri che dominano il paese, la cui principale è la Torre del Verziere. Non mancano poi i siti religiosi, alcune delle quali possono essere anche considerati dei luoghi d’arte, tra cui la Chiesa di Sant’Agostino, la Chiesa Santuario di Santa Chiara da Montefalco e la Chiesa di Santa Lucia. Non si può poi non citare il Santuario della Madonna della Stella, distante solo pochi chilometri, e la Chiesa di Santa Maria di Turrita, risalente al XII secolo. Passeggiando per le strade di Montefalco ci si può imbattere nel complesso museale di San Francesco, in cui tra le altre cose sono esposti affreschi e dipinti di noti artisti, mentre tra gli edifici storici il Palazzo Comunale è di sicuro quello che spicca maggiormente. Da non perdere è poi una visita al Castello di Fabbri, situato poco distante. Ma andiamo con ordine e scopriamo le meraviglie che Montefalco è in grado di offrire ai suoi visitatori.

La Cinta Muraria e la Porta Sant’Agostino

Essendo Montefalco una città di origine medievale, in essa è possibile riscontrare una cinta muraria che la proteggeva da ingressi indesiderati: a tale scopo sulle mura sono visibili ancora oggi le feritorie e i merli ghibellini, oltre ad un orologio risalente all’incirca al 1600 in funzione. Per accedere a Montefalco attraverso la cinta muraria occorreva attraversare una delle porte presenti: la principale è la Porta Sant’Agostino, ma ovviamente non è l’unico antico ingresso.

La Torre del Verziere è una delle diverse torri che spiccano dalla cinta muraria di Montefalco dalle quali anticamente si effettuavano gli avvistamenti in funzione di difesa della città. Sorgendo su una collina, non è difficile immaginare che la visuale dall’alto delle torri doveva essere ottimale per scrutare eventuali intrusi.

La Chiesa di Sant’Agostino

Risalente alla fine del XIII secolo, la Chiesa di Sant’Agostino rappresenta una meta quasi obbligata per molti fedeli che raggiungono Montefalco in quanto in essa sono custodite le spoglie di due beate, Chiarella e Illuminata, oltre a quelle del Beato Pellegrino. Le pareti interne della chiesa, inoltre, sono decorate da affreschi del famoso Ambrogio Lorenzetti, che offrono una testimonianza artistica dell’epoca.

La Chiesa Santuario di Santa Chiara da Montefalco

La Chiesa Santuario di Santa Chiara da Montefalco accoglie ogni anno numerosissimi fedeli che accorrono in questo luogo sacro per venerare le spoglie della santa dalla quale prende il nome l’edificio religioso. Al suo interno si può trovare la Cappella di Santa Croce, mentre lungo tutte le pareti sono presenti affreschi risalenti al XIV secolo.

La Chiesa di Santa Lucia

Passeggiando per i vicoletti di Montefalco è possibile imbattersi nella Chiesa di Santa Lucia, realizzata in stile prettamente medievale e con annesso un campanile. Questo luogo religioso fu abbandonato nel 1300, motivo per il quale subì il crollo del tetto: fu solo dopo il 1916 che si provvide al suo restauro.

Il Santuario della Madonna della Stella

Nel luogo in cui sorge il Santuario della Madonna della Stella secondo la tradizione si dice siano avvenute delle apparizioni mariane, motivo per il quale nel 1884 sorse il Santuario a Lei dedicato. All’interno è presente un affresco posseduto dalla chiesa che sorgeva al posto del santuario prima che un terremoto, giunto nel 1832.

La Chiesa di Santa Maria di Turrita

A Turrita, frazione di Montefalco, sorge la Chiesa di Santa Maria. Essa può essere considerata un luogo d’arte, oltre che un edificio religioso risalente al XII secolo, in quanto al suo interno sono presenti moltissimi affreschi medievali ancora ottimamente conservati.

Il Complesso Museale di San Francesco

Nel Complesso Museale di San Francesco sono esposti diversi reperti archeologici appartenenti all’epoca medievale e romana, oltre a diversi dipinti di artisti del calibro di Melozzo da Forlì. Non mancano poi gli affreschi di Benozzo Gozzoli, la Pinacoteca comunale e diverse sculture.

Il Palazzo Comunale

Nella Piazza del Comune sorge il Palazzo Comunale, eretto nel 1270 e dalla cui torre campanaria, accessibile al pubblico, è possibile godere della meravigliosa vista di Montefalco. Al suo interno oggi è tra l’altro ospitata la biblioteca, sulle cui pareti sono presenti alcuni bellissimi affreschi.

Il Castello di Fabbri

Su di una collinetta del comune di Montefalco sorge il Castello di Fabbri. Esso si presenta a pianta rettangolare, mentre le sue mura merlate sono interrotte da imponenti bastioni risalenti al 1400.

Montefalco non è quindi solo una località per gli amanti del vino, ma viste le tante attrazioni turistiche è in grado di adattarsi alle esigenze di chiunque.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here