Il Gargano, località di punta d’Italia

gargano

In Puglia una delle meraviglie che si può trovare è senza ombra di dubbio la zona del Gargano, una sub regione che si estende lungo il promontorio, nella provincia di Foggia. All’interno di queste zone sono tantissime le mete turistiche che è possibile ammirare e visitare, tra cui le Isole Tremiti, vero patrimonio preso d’assalto ogni anno da tantissime persone. Raggiungendo questo luoghi non si può poi fare a meno di visitare San Nicola, San Domino e Caprara, perle del mezzogiorno. Sempre citando le meraviglie che il Gargano, in Puglia, è in grado di regalare non possono non citare Cretaccio e Pianosa. Per gli amanti della natura questi sono luoghi ideali in cui trascorrere le proprie vacanze, ma c’è spazio anche per la cultura e per la religione, visto che una delle mete più raggiunte è San Giovanni Rotondo, città di origine del santo Padre Pio. Di seguito è possibile trovare informazioni dettagliate riguardo i posti assolutamente da visitare nella zona del Gargano.

Le Isole Tremiti

In terra pugliese, situate nella provincia di Foggia e più precisamente nel Gargano settentrionale sono situate le note Isole Tremiti (dette anche Diomedee), arcipelago dal fascino unico e meta turistica fissa di moltissime persone, soprattutto per tutti coloro che amano il mare. L’arcipelago è formato da San Domino (isola maggiore per estensione), San Nicola, Cretaccio e Caprara. La loro caratteristica principale? Le coste rocciose alternate a sabbia, le insenature e le varie grotte naturali, alcune delle quali è possibile visitare.

San Nicola

L’isola di San Nicola è indicata per coloro che oltre al mare desiderano tuffarsi nella storia: il suo centro storico infatti può essere considerato un museo all’aria aperta. Passeggiando per le strade della città è possibile imbattersi in tantissimi monumenti, torri, mura e fortificazioni antiche. Suggestiva è anche la Marina, unico luogo di accesso all’isola di San Nicola, in cui è presente un piccolo porticciolo.

San Domino

San Domino è probabilmente l’isola dell’arcipelago Tremiti che possiede una più alta varietà di piante e fiori che permettono di considerare questo luogo come uno dei più belli di tutto il Gargano. Raggiungendo queste zone non si può perdere la possibilità di ammirare lo scoglio dell’Elefante, che con la sua forma ricorda l’animale, così come non si può fare a meno di vedere i Pagliai e le varie grotte naturali presenti, prima fra tutte quella delle Viole, un piccolo paradiso terrestre. A San Domino poi è possibile sdraiarsi sulla Cala delle Arene, una ricchissima spiaggia sabbiosa.

Cretaccio

L’isola di Cretaccio è particolare a causa delle sue spiagge argillose, ma dalle quali si sviluppano delle rientranze ghiaiose che le conferiscono anche un aspetto roccioso in taluni punti. Purtroppo però, a causa di diversi sgretolamenti verificatisi nel corso degli anni, l’ammasso di roccia sta pian piano scomparendo.

Caprara

L’isola di Caprara, detta anche Capraia o Capperaia, è meno frequentata rispetto alle precedenti in quanto è abbandonata, ma ciò non significa che sia meno interessante o meno bella. In essa infatti si può contraddistinguere un faro che campeggia le meravigliose spiagge, prima tra tutte la riva di Cala dei Turchi.

Pianosa

L’isola di Pianosa è quella che dista maggiormente dalle coste del Gargano, e ovviamente è raggiungibile solo via mare. Per chi cerca relax, questa è senza ombra di dubbio la zona giusta in quanto la circonda un silenzio invidiabile. Le sue coste sono composte prevalentemente da scogli di granito grazie ai quali, fondendosi con il resto del paesaggio, viene a crearsi un’armonia praticamente perfetta.

Il Parco Nazionale del Gargano

Il nostro viaggio attraverso i luoghi naturali del Gargano parte dal suo Parco Nazionale. Con un’estensione di ben 120 ettari, il Parco Nazionale del Gargano è uno dei luoghi più amati da tutti gli appassionati di flora e fauna. Molte sono le cose che è possibile ammirare in questo luogo: foreste, oasi, la dollina carsica e le misteriose grotte, un posto davvero unico al mondo.

Le grotte

Il Gargano è caratterizzato da molte grotte naturali: se ne contano oltre 600 in tutta la zona. Una delle più ammirate è la Grotta di Pian della Macina, situata all’interno del territorio di San Nicandro Garganico: per accedervi è necessario calarsi in un pozzo profondo circa 15 metri. Da non mancare poi le visite alle cavità di Zazzaro, nei pressi di San Marco, quella dei Pilastri, in quel di Rignano Garganico e la Grotta dell’Angelo.

I luoghi religiosi

Oltre ovviamente a comprendere numerose meraviglie naturali, il Gargano è considerato una delle terre più sacre della nostra penisola. Tanti religiosi, infatti, si recano in questa terra per visitare i luoghi in cui si dice sia avvenuta l’apparizione dell’Arcangelo Michele. Inoltre sono molti coloro che raggiungono la chiesa di Santa Maria Maggiore di Siponto, in quel di Manfredonia, considerata una delle chiese più belle la cui costruzione risale all’incirca nel VI secolo. Non possono poi mancare le visite ad altri luoghi sacri, come ad esempio alla Chiesa di Santa Maria, alla Cattedrale di Manfredonia e al Santuario di Santa Maria di Stignano.

San Giovanni Rotondo

San Giovanni Rotondo è uno dei luoghi più frequentati del Gargano dai tanti turisti di fede cattolica, in quanto da qui ebbe origine e trascorse la sua vita San Padre Pio, frate venerato da milioni di credenti. Qui sono presenti diversi siti religiosi, la principale delle quali è quella di Calena, costruita nel V secolo e dichiarata “Monumento Nazionale” nel 1951.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here