Portovenere, il gioiello del levante ligure

Portovenere è un comune relativamente piccolo della Liguria situato in provincia di La Spezia: al suo interno infatti risiedono solo 3600 abitanti, anche se ogni anno sono tantissime le persone che raggiungono queste zone per visitare le meravigliose località presenti, oltre alle bellezze naturali e non. Oltre alla cittadina di Portovenere, le isole Palmaria, Tino e Tinetto sono considerate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, così come tutto il distretto delle Cinque Terre. Diverse sono le attrattive turistiche e i luoghi da visitare a Portovenere: tra gli elementi naturali spicca il parco naturale regionale di Portovenere, dal quale è possibile ammirare gli splendidi paesaggi caratterizzati dalle coste meravigliose, dalle grotte e dalla flora che muta in ogni periodo dell’anno.

Facendo un tuffo nella storia, il Castello di Portovenere permette di godere di una vista spettacolare e di visitare una struttura risalente al 1100 che periodicamente ospita diverse manifestazioni e mostre organizzate dall’amministrazione comunale. Parlando invece degli edifici religiosi, non si possono fare a meno di visitare la Chiesa di San Pietro, citato tra l’altro anche dal poeta Eugenio Montale all’interno di una sua opera dedicata a Portovenere e il famoso Santuario della Madonna Bianca, dedicato a colei che secondo la tradizione ha liberato gli abitanti dalla pestilenza.

Andiamo però a scoprire nel dettaglio quali sono le principali attrazioni turistiche di Portovenere.

Il parco naturale regionale di Porto Venere

Il Parco naturale di Porto Venere è uno dei luoghi più affascinanti presenti in queste zone, tanto da essere inserito all’interno della lista stilata dall’Unesco riguardo ai Patrimoni dell’Umanità del 1997. Insieme a Portovenere, al parco naturale appartengono anche le isole Palmaria, Tino e Tinetto che ogni anno accolgono tantissimi turisti.

La chiesa di San Pietro

Tra i luoghi di culto maggiormente frequentati a Portovenere vi è la Chiesa di San Pietro, situata in piazza Spallanzani, all’interno del golfo dei Poeti. La costruzione della struttura avvenne nel 1200 circa, per poi essere sottoposta a diversi restauri nel corso del ‘900. La sua facciata la rende facilmente riconoscibile in quanto è decorata con righe orizzontali bianco e nere. Talmente è bello questo luogo che è stato anche citato da Eugenio Montale all’interno di una sua poesia dedicata proprio alla città ligure di Portovenere.

Castello di Portovenere

A Portovenere sorgono anche diversi edifici e siti storici: uno di questi è il Castello Doria, che sorge su un promontorio roccioso dalla quale è possibile ammirare l’intera zona. Nonostante non vi siano date precise, si stima che il Castello di Portovenere risalga al 1100, quando questa città ebbe la necessità di difendersi da Pisa. Per questo motivo venne costruita la fortezza che negli anni successivi vide il suo completamento con delle torri dedicate agli avvistamenti. Nel 1400 poi il Castello di Portovenere subì notevoli modifiche che lo sottoposero ad una parziale demolizione e ad una sua riedificazione che terminò molti anni dopo. Ma fu poi nel 1800 che questa struttura militare venne destinata a carcere, sotto il dominio di Napoleone Bonaparte, mentre al giorno d’oggi ospita mostre artistiche e diverse manifestazioni.

Santuario della Madonna Bianca

Coloro che raggiungono Portovenere non possono fare a meno di visitare il Santuario della Madonna Bianca. Questo complesso religioso è situato nei pressi di Via della Chiesa e del Castello Doriia, posizione dalla quale è possibile avere una visuale completa del centro storico della città. Realizzata in perfetto stile architettonico romanico, il Santuario della Madonna Bianca è stato costruito nel 1100, per poi essere consacrato direttamente dal papa dell’epoca Innocenzo. Un po’ di anni dopo però la struttura religiosa subì varie ristrutturazioni per quasi un secolo in cui a causa di un incendio vennero sostituite le colonne in marmo, fu demolita la torre e creata una cupola, e infine venne ricostruito il campanile.

Chiesa San Lorenzo

A Portovenere il Santuario della Madonna Bianca ricopre un’importanza particolare in quanto esso è dedicato al patrono della città, festeggiato il 17 agosto con una processione per le vie del paese ed una fiaccolata: secondo la tradizione la Madonna avrebbe liberato dalla peste gli abitanti di queste zone e proprio per questo è venerata in maniera così sentita. All’interno del Santuario della Madonna Bianca sono presenti numerose opere d’arte religiosa, il più importante delle quali è senza ombra di dubbio il quadro raffigurante la Vergine Maria, nominato appunto Madonna Bianca, dal quale si crede sia avvenuta l’apparizione di Maria. Oltre alla Madonna nel quadro sono inoltre raffigurati il Bambino Gesù, San Cristoforo ed un altro santo. Non mancano poi altri dipinti pregiati come ad esempio il trittico del Crocifisso o il polittico di San Martino.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here