Rapallo, tra meraviglie marine e terrene

rapallo

Situata nella parte occidentale del Golfo del Tigullio, la città ligure di Rapallo conta all’incirca 30.000 abitanti ed è molto frequentata da coloro che sono alla ricerca di una località marina nella quale sono presenti diversi luoghi da visitare. Affacciandosi sul Mar Ligure ed essendo ricca di coste sabbiose, ovviamente Rapallo è molto più raggiunta nei mesi prettamente estivi, anche se non mancano le attrazioni turistiche che possono essere viste anche negli altri mesi dell’anno.

Chi vuole godere al meglio della visita del Castello sul mare, il periodo più indicato è quello di luglio in cui viene illuminato durante le serate in cui sono presenti eventi, mentre gli edifici storici come il Palazzo Comunale e la Torre Civica sono pronti ad accogliere i turisti a prescindere dalla temperatura. Come perdersi poi la possibilità di ammirare edifici religiosi come la Basilica dei SS. Gervasio e Protasio, la Chiesa di Santo Stefano, l’oratorio dei Bianchi e il Monastero delle Clarisse, oggi trasformato in teatro da una parte, mentre un’altra sezione ospita il Museo Attilio e Cleofe Gaffoglio. Il Santuario di Montallegro gode di una vista meravigliosa, così come la Villa Tigullio, che ospita la biblioteca civica e il museo del Merletto. Non può poi mancare una visita ai ruderi di Valle Christi, situati in una frazione di Rapallo facilmente raggiungibile.

Ma andiamo nel dettaglio a scoprire le bellezze di Rapallo.

Il castello sul mare

Uno dei luoghi più romantici e apprezzati di Rapallo è il Castello sul mare: esso è stato costruito nel 1549 e può essere considerato uno dei luoghi simboli della città. Situato su uno scoglio in cui tutt’intorno è presente l’acqua del mare, il castello è collegato alla terraferma solo attraverso una piccola passerella che permette di raggiungere la struttura una volta sede delle carceri, oggi utilizzata per l’organizzazione di mostre e convegni, mentre nel mese di luglio questo luogo viene illuminato dal fuoco in occasione delle feste cittadine, creando un’atmosfera davvero unica.

Il Palazzo Comunale

Situato nei pressi della chiesa degli Agostiniani, il Palazzo Comunale, così come suggerito dal suo nome, ospita il municipio mentre in tempi passati era utilizzato come ospedale all’incirca fino al 1800, quando poi subì diversi restauri che lo portarono al suo utilizzo attuale.

La Basilica dei SS. Gervasio e Protasio

La Basilica dei SS. Gervasio e Protasio può essere considerata uno tra gli edifici religiosi più importanti dii Rapallo: la sua facciata rimanda alle classiche architetture appartenenti allo stile romanico e gotico, anche se la sua costruzione risale al IV secolo. Nel corso degli anni furono tante le modifiche che subì, tra le quali la costruzione del campanile per opera dell’architetto Storace.

Torre Civica e Chiesa di Santo Stefano

La Torre Civica è uno degli edifici civili più vecchie di Rapallo: il suo scopo in passato era quello di rappresentare il luogo in cui veniva amministrata al giustizia, oltre a raccogliere i cittadini in occasione di determinati eventi. La Chiesa di Santo Stefano invece fu costruita a partire dall’anno 1000  a fianco della Torre Civica.

Oratorio dei Bianchi

L’oratorio dei Bianchi è un edificio religioso che possiede un piccolo campanile. Diversi sono i reperti esposti al suo interno, quali ad esempio i tradizionali crocefissi e un antico organo, risalente al 1700. Diverse poi sono anche le opere pittoriche di diversi artisti famosi, quale ad esempio la famosa “Madonna col bambino e santi” di Domenico Piola.

 

Il monastero delle Clarisse

Tra i luoghi di Rapallo che meritano una visita non si può fare a meno di citare il Monastero delle Clarisse, appartenente alla Chiesa di Santa Chiara di Montefalco. Oggi molte parti del monastero sono state ridestinate: la cappella è diventata un teatro con una media capienza, ossia 250 posti, mentre nelle restanti stanze della struttura sono diventate sede del Museo “Attilio e Cleofe Gaffoglio”, in cui sono esposti diversi oggetti di porcellana e opere d’arte sia sculturali che pittoriche.

Villa Tigullio

Se si cerca un luogo davvero speciale in cui trascorrere le proprie giornate a Rapallo, la scelta migliore è la Villa Tigullio, antica abitazione degli Spinola. Oltre alla bellezza della sua costruzione, il prato che la circonda, che si affaccia direttamente sul mare e sul promontorio di Portofino, uno sfondo perfetto per tuffarsi nella lettura di volumi presi all’interno della Villa Tigullio, che ospita la biblioteca internazionale. Inoltre vi è anche la possibilità di visitare l’interessante Museo del Merletto, in cui sono esposti pizzi rari e preziosi.

Il Santuario di Montallegro

Meta di tutti gli abitanti di Rapallo e non solo è il Santuario di Montallegro: esso sorge su di una collina in cui si dice ci siano state delle apparizioni mariane. Al suo interno è possibile ammirare l’icona della Madonna denominata “Dormitio virginia” e sulle pareti è possibile riscontrare molti ex-voto donati da coloro che hanno raggiunto questo luogo.

I ruderi di Valle Christi

La visita ai ruderi di Valle Christi, situati in una frazione di Rapallo, permette di immergersi in un’altra epoca. Qui infatti si trova ciò che rimane del Monastero di Valle Christi: il campanile affiancato agli archi in perfetto stile gotico delle volte che nel tempo si sono logorate fino a crollare, l’abbazia risalente al XIII secolo. Oggi l’edificio è sede di spettacoli teatrali e musicali estivi organizzati dal comune di Rapallo.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here