Leida, viaggio in Olanda capolavoro di architettura

leida

Leida è una città della provincia olandese meridionale, nei Paesi Bassi, con circa 117 mila abitanti ed una delle sedi universitarie più antiche della nazione, già in attività dal 1575.

La cittadina olandese ha la capacità di rallegrare i turisti che la visitano, con i suoi scorci storici e lo spirito dei suoi abitanti. Leida infatti è un capolavoro di architettura rinascimentale, e possiede sia panorami romantici che luoghi di movida.

Le origini di Leida partono dai romani, primi abitanti della zona già dal IX secolo. La città divenne più importante e ricca tra XVI e XVII secolo, l’epoca d’oro olandese, principalmente grazie al commercio del lino e agli scambi commerciali della Compagnia Olandese delle Indie Orientali e al fiorire dell’università e di movimenti culturali che portarono affluenza di altre comunità religiose, tra le quali quelle dei padri pellegrini Inglesi.

La città degli intellettuali

Leida ha dato i natali a numerose figure intellettuali, tra le quali pittori o scienziati come Rembrandt, Jan Steen, Cornelis Engebrechtsz, Gerard Dou, Jan van Goyen, Frans Post, Theo Van Doesburg, Gabirle Metsu e altri studiosi, astronomi o medici che hanno contribuito allo sviluppo della conoscenza umana. Altre figure importanti, nate o vissute a Leida furono Ludolph van Ceulen, professore di matematica che introdusse il pi greco, Herman Boerhaave, medico del XVI secolo che dimostrò la relazione tra sintomo e malattia, Carolus Clusius, studioso di botanica e primo a piantare i bulbi di tulipani nel Giardino Botanico di Leida, e tanti altri premi Nobel.

I canali di Leida

Il centro storico della città è uno dei più caratteristici dell’Olanda. Qui si possono ammirare gli antichi canali che si alternano tra gli edifici colorati, e sono percorribili da piccole imbarcazioni. Qui troverete anche delle caffetterie e ristoranti molto particolari, costruite su delle imbarcazioni e messe a galleggiare sulle acque.

Il centro è formato da più di 28 km di canali, che si possono attraversare anche a piedi sopra gli 88 ponti di Leida. Il corso delle acque vi permetterebbe anche di navigare fino ad Amsterdam, e poi superarla sfociando sul mare. E’ un’esperienza che consigliamo, se avrete il tempo sufficiente. In pieno centro potrete anche ammirare il più antico ramo del Reno, che qui diventa appena un canale. Da questo corso si è sviluppata l’intera zona, in tempi antichi come avamposto romano e poi come una delle principali vie commerciali olandesi. Oggi invece è utilizzato solo per riempire gli altri canali d’acqua.

La zona più pittoresca del complesso è quella compresa tra i canali Oude Rijn e Nieuwe Rijn, dove si trova anche il Rapenburg, il più famoso dei canali costruito intorno alla fine del 300. A Weddesteeg, dall’altro lato della città, i canali si riuniscono, in uno scenario compreso tra l’ultimo mulino a vento della città, la porta vecchia, un picco parco e un ponte di legno.

Morspoort e Ziklpoort sono invece i due porti cittadini: da qui potranno partire le vostre escursioni.

La fortezza

Si può accedere alla Fortezza di Leida sia attraverso il centro storico, superato un cancello in pietra arenaria, sia attraverso il canale Oude Rikn e la Van der Sterrepad.

L’ingresso è gratuito, ed una visita vi permetterà di ammirare questa costruzione di XIII secolo, che fu edificata per proteggersi dagli attacchi stranieri. La Fortezza si compone di un corpo circolare e di bastioni che si appoggiano su archi. Salendo fino in cima, sarà possibile ammirare una vista panoramica sulla città e sulla valle circostante. Dal 1651 la fortezza è diventata una torre d’acqua pubblica, troverete infatti le tubature che portano fino alla piazza principale. Oggi, è anche un parco urbano pubblico.

Le chiese della città

Leida possiede molti edifici religiosi. I più importanti sono La Chiesa di San Pietro, anche patrono della città, fondata nel 1211, è la più antica struttura religiosa. Leida viene soprannominata la città delle chiavi proprio in virtù del suo patrono.

Tra i canali di Oulde e Nieuwe si trova la Hooglandse Kerk di Leida, chiesa a croce latina del XIV secolo dove è possibile ammirare la tomba di Giustino Van Nassau, figlio illeggittimo del più famoso Guglielmo d’Orange.

Sempre in centro storico roverete la Marekerk, a cupola ottagonale, costruita nel 1639 e alta circa 55 metri.

Booking.com